Progetti

Image

Museo Federico II

Il Museo Federico II Stupor Mundi, inaugurato il 1° Luglio 2017, ha come scopo quello di custodire e promuovere il patrimonio culturale relativo alla vita e alle opere di Federico II di Svevia.

Il museo basa la sua esposizione su un percorso narrativo altamente interattivo e innovativo, grazie all’utilizzo di tecnologie esperienziali capaci di far immergere appieno il visitatore nella corte imperiale, accompagnando Federico II nelle sue gesta.

RnB4Culture contribuisce alla valorizzazione dei beni culturali presenti sul territorio, in collaborazione con le soprintendenze competenti, con la Regione Marche, con i Comuni e con l’Università di riferimento, al fine di creare nuove forme di gestione e promozione associata.

Il Museo Federico II Stupor Mundi promuove, inoltre, collaborazioni e progetti con altri musei e con scuole di ogni ordine e grado, su scala locale e nazionale.
Visita il museo Federico II Stupor Mundi
Image

Museo M9

M9 è il museo di nuova generazione che racconta la storia del ‘900 italiano come non l’abbiamo mai vista. Attraverso tecnologie avanzate e installazioni immersive, M9 esplora i cambiamenti avvenuti nel nostro Paese durante il XX secolo, partendo dalla vita quotidiana fino alle grandi rivoluzioni economiche, tecnologiche, politiche, sociali e culturali che ci hanno incontrovertibilmente resi ciò che siamo oggi.

Posizionato in pieno centro a Mestre (Venezia), M9 – museo del ‘900 è il cuore nevralgico di M9 District, il più importante progetto di rigenerazione urbana nell’Area Metropolitana di Venezia, firmato dall’architetto Sauerbruch Hutton e finanziato da Fondazione Venezia. Se da un lato le volumetrie e le trame cromatiche di M9 si fondono nel tessuto urbano, dall’altro le soluzioni strutturali e impiantistiche adottate definiscono la sostenibilità ambientale ed energetica dell’intero distretto M9.

RnB4Culture si posiziona all’interno di questo contesto d’eccezione come fornitore di servizi innovativi per la gestione del museo e del quartiere.

Dai servizi museali d’accoglienza del pubblico in museo, all’attività diretta con il pubblico come mediatore dei contenuti del Museo, fino alla gestione degli impianti energetici e del service tecnologico, RnB4Culture lavora sinergicamente assieme a Fondazione Venezia ed M9 District per un efficiente funzionamento dei servizi museali.
Image

EMMA - Electronic Museum Management & Analytics

Emma - Electronic Museum Management & Analytics è un sistema di gestione museale a 360°. Il principale scopo di Emma è quello di ottimizzare l’esperienza di gestione delle attività museali per mezzo di un unico sistema flessibile e modulare. La piattaforma offre una serie di servizi web based, accessibili da desktop, ed è integrata con un’app mobile che, per mezzo della scannerizzazione e riconoscimento di codici a barre, rende i processi di vendita e catalogazione più semplici e veloci, oltre a permettere un utilizzo dei servizi parallelo e dislocato.

La modularità e la scalabilità del software permette di offrire un servizio personalizzabile e adattabile a realtà culturali di ogni grandezza e grado, supportandole nel processo di automatizzazione, semplificazione e ottimizzazione dei processi. Tra le funzionalità di Emma, ognuna delle quali può essere singolarmente aggiunta o rimossa a seconda delle necessità del museo ad ogni riattivazione del piano acquistato, vi sono: il servizio di biglietteria fisica, fruibile sia tramite interfaccia web che da app mobile, pensato per facilitare la vendita di biglietti e articoli in loco da parte degli operatori museali; il modulo dedicato alla gestione della catalogazione degli articoli in vendita presso il bookshop, anch’esso fruibile sia da web che da mobile e pensato come strumento di registrazione di ordini e acquisti effettuati dal museo verso i fornitori e di consultazione dell’inventario, con aggiornamenti in tempo reale; il servizio di creazione ed amministrazione eventi, integrabile con la pagina Facebook del museo; il servizio di prenotazione, con pannello di controllo dedicato agli operatori; il servizio di prenotazione online, con interfaccia per visitatori; il modulo per la gestione di turni e personale; la sezione di amministrazione della biglietteria online che, abbinata all’interfaccia dedicata a visitatori e clienti, permette al museo di vendere biglietti e articoli via web; il servizio di data analysis & visualization, integrabile ed ampliabile con un innovativo sistema di tracking dei visitatori all’interno del museo; il modulo “rete museale”, che permette la gestione condivisa di vendite ed ingressi da parte di più musei appartenenti ad uno stesso network, fornendo a tutti report e giacenze sempre aggiornati.

Diversi per genere e rilevanza sono gli aspetti innovativi del progetto Emma. Pensato per rendere l’innovazione tecnologica alla portata di musei di qualsiasi grandezza e ordine di fatturato, il primo elemento innovativo rispetto ai sistemi esistenti risiede nell’accessibilità del costo del pacchetto di servizi acquistabile, componibile a seconda delle specifiche necessità del museo e personalizzabile nel tempo. Il format di vendita sarà quello dei servizi ad abbonamento, e la composizione e sottoscrizione al pacchetto di servizi sarà rinnovabile trimestralmente. Come unica piattaforma in grado di offrire molteplici servizi integrati tra loro, Emma solleverà i musei dalla gestione di rapporti con diversi fornitori e li svincolerà dall’imposizione di adozione di hardware selezionati, permettendo l’utilizzo dei propri servizi tramite qualsiasi desktop computer e dispositivo mobile già in loro possesso. Oltre alle funzionalità prettamente legate alla gestione, Emma prevede l’integrazione di un innovativo sistema di tracking del visitatore all’interno del percorso museale, per mezzo di tag i quali, comunicando tramite tecnologia UWB con ancore disposte all’interno del museo, permettono la continua localizzazione del visitatore e la conseguente raccolta di dati relativi all’esperienza di visita, nonché la segnalazione del mancato rispetto del distanziamento, se richiesto dalle normative vigenti. Infine, la flessibilità del sistema permetterà agli sviluppatori di ampliare nel tempo e migliorare continuamente l’offerta di Emma con moduli sempre nuovi, in risposta a nuove problematiche e requisiti raccolti dagli utenti.

Visita il sito Registra il tuo museo
Image

Riprendiamo il cammino

L’interesse di RnB4Culture per il territorio è nel Dna delle persone che ci lavorano. Già nel 2018 a un evento dell’Associazione Marchigiani in America presso il consolato italiano di New York, Fabrizio Renzi insieme a Neri Marcorè esplicitava il suo legame imprescindibile con le Marche, e la voglia di dare nuova linfa vitale ad un territorio di inestimabile valore e vessato dal terremoto del 2016. Sempre da quell’incontro a New York possono essere tratti due principi cardine del gruppo RnB: la messa in rete del patrimonio culturale diffuso sul territorio e la sua valorizzazione.

Quella che nel 2018 era semplicemente un’iniziativa di raccolta di idee originariamente denominata “Borghi Reloaded”, oggi è un’attività che si manifesta con la valorizzazione e il rilancio di realtà museali e culturali lungo tutta la costa adriatica con la contestuale creazione di nuovi poli di Arttech. I poli in fase di creazione si delineano come veri e propri aggregatori e incubatori di creazione artistica e di design diffusi lungo tutto l’adriatico, messi fisicamente e digitalmente in rete. Le attività di valorizzazione legate al mondo museale come a quello dell’Arttech non possono non aprirsi alle persone che vivono il territorio o che lo vogliono scoprire. In quest’ottica, prendendo spunto dai viaggi intrapresi nelle Marche da Fabrizio Renzi nel percorrere la costa o le valli. Come racconta nell’incontro di New York, il suo percorso di riscoperta delle proprie origini si è fermato a causa del terremoto che ha distrutto la tratta che percorreva. Come il suo percorso si era fermato a causa di un terremoto il nostro, a distanza di anni, si è fermato, idealmente, a causa della crisi pandemica.

La “Via degli Hohenstaufen” vuole far rivivere le gesta della grande casata degli Hohenstaufen. I personaggi di riferimento sono Federico I, detto il Barbarossa, e Federico II, chiamato lo Stupor Mundi. Questi due straordinari personaggi sono passati alla storia con le loro gesta, estendendo la loro influenza dall’Europa fino a raggiungere il Medio Oriente. Questo permette la creazione di molteplici percorsi che spaziano dal viaggio alla conquista della Terra Santa all’esplorazione dell’Italia meridionale e dei suoi castelli federiciani. Un solo percorso che ne racchiude molti di più, con l’intento di far rivivere la Storia, le avventure, le architetture e molto di più, per catapultare il viaggiatore in un’altra epoca. 

“Cammina Marche” vuole incentivare il turismo lento in quei luoghi ricchi di cultura, di flora e di meraviglie naturali che caratterizzano le Marche. I percorsi sono concepiti a partire dalle due grandi e antiche vie di riferimento che sono il Cardo della Costa Adriatica e il Decumano dei borghi dell’entroterra. L’idea di RnB4Culture è quella di rendere percorribili questi tratti a piedi o in bici per poter assaporare al meglio i paesaggi, i monumenti laici e religiosi, seguire i corsi dei fiumi fino ad arrivare al mare o procedere a ritroso. Tali itinerari permettono di vivere una grande varietà di paesaggi e di cultura capace di lasciare senza fiato i visitatori di ogni età.

“CamminAdria” È l’estensione naturale del progetto con la creazione di un percorso che colleghi i siti culturali e di innovazione veneti e friulani che la società gestisce. Tra queste si annovera l’M9 Museum di Venezia, museo di rilievo internazionale per il suo lavoro di riscoperta e valorizzazione etnografica del territorio italiano e l’Urban Center di Trieste. Il percorso veneto-friulano ha inoltre come punto focale il paesaggio che risulta essere un tema di preminente artistico per le sue uniche peculiarità.

L’intero percorso da Otranto a Trieste conta più di 1100km di cui il team ne ha percorsi 300, gli altri sono tutti da scoprire insieme!

Guarda l'intervento Image
Image

CRImove

CRImove è una delle 5 migliori proposte progettuali selezionate all’interno del progetto “Ecapital Emergency”, un’iniziativa nata dal progetto Ecapital 2.0 in un momento di estrema difficoltà del nostro Paese, al fine di supportare e promuovere idee che aiutino a superare alcune problematiche legate all’emergenza causata dal Coronavirus, presentando soluzioni innovative e fuori dagli schemi.

La special Call for “Antivirus Idea” è stata promossa da Fondazione Marche con il pieno sostegno di Camera di Commercio delle Marche, Regione Marche, Università Politecnica delle Marche, ISTAO, Confindustria Marche e Creval.

Il software consente la gestione delle richieste per i diversi servizi erogati dai volontari della Croce Rossa, quali l’acquisto e la consegna ai richiedenti di beni di prima necessità, farmaci e generici beni di consumo. Il sistema consta di un pannello di controllo, la cui gestione è destinata ad un responsabile della Croce Rossa locale, e di un’applicazione mobile nativa, pensata per i volontari, disponibile sia per dispositivi Android che iOS. Il sistema permette di gestire ordinatamente la fase di raccolta delle esigenze dell'utenza (elenco medicinali, elenco articoli spesa alimentare, elenco beni prima necessità), l'assegnazione di risorse (mezzi, volontari e cassa contanti) e di ottimizzare i percorsi effettuati dai volontari, registrando gli spostamenti della flotta di mezzi ed equipaggi. Infine, il software ha come ulteriore scopo la semplificazione della rendicontazione e l’archiviazione delle attività effettuate.

Guarda l'intervista
Image

Armenia

L’intento di RnB4Culture è quello di contribuire alla digitalizzazione dell’immenso patrimonio storico e culturale dell’Armenia, per renderlo facilmente fruibile e permettendo così alla nazione di inserirsi in uno scenario di promozione culturale globale. L’applicazione delle tecnologie su cui RnB4Culture fa affidamento vuole essere una leva per il rilancio del paese, sia per il mercato turistico sia per il posizionamento delle imprese locali su un piano sempre più internazionale e competitivo.

Una delle culle della civiltà, l’Armenia è un paese dalla storia antichissima e complessa, che oggi intriga i visitatori con un fervido e ricco patrimonio culturale. È però una destinazione ancora inesplorata, che cattura per la sua storia e per i panorami mozzafiato costellati da antichi monumenti.

Image

RnB4Culture Award

RnB4Culture collabora con ISSNAF (Italian Scientists and Scholars in North America Foundation) e l’Ambasciata d’Italia negli Stati Uniti al fine di promuovere all’estero la cultura e il patrimonio italiano con un approccio innovativo e tecnologico (art-teck tools).

Nel dicembre 2021, durante l’ ISSNAF Annual Event, il Presidente del Premio, Claudio Fogu (Università della California Santa Barbara), ha consegnato per la prima volta l’RnB4Culture Award a Giulia Ricos, assistant professor of italian all’Università del Michigan, per il progetto di ricerca intitolato “San Paolo San Paolo, a transnational approach to italian studies”. La ricerca premiata valorizza lo studio e la diffusione della lingua italiana in ottica transnazionale.

Image

EuArchitetture

Il progetto “EuArchitetture” vuole applicare le più innovative tecnologie di sensoristica e di Artificial Intelligence nel campo culturale e del benessere della persona. Utilizziamo sistemi altamente precisi di tracing e di sensoristica esperienziale per valutare tre parametri fondamentali: l’uso dello spazio, l’esperienza delle persone, e l’organizzazione efficiente delle strutture e dei flussi. Queste sofisticate tecnologie possono essere applicate sia in ambienti culturali, al fine di creare la migliore esperienza di visita possibile, sia negli spazi lavorativi o scolastici per migliorarne la vivibilità e accrescerne la produttività. Ci prefiggiamo inoltre di implementare l’utilizzo di queste tecnologie in ambienti turistici al fine di posizionare la destinazione come una realtà capace di prendersi cura dell’ospite, offrendogli un controllo continuo sui parametri ambientali e di salute ottimali.

Image

Mostre

Approfondimenti tematici creati ad hoc per esplorare aspetti passati, presenti e futuri della cultura, della storia, della natura e della vita.

Con la mostra sui giochi, RnB4Culture intende riaprire ufficialmente, sotto la propria gestione, il museo Federico II Stupor Mundi di Jesi. Il percorso espositivo verterà sul ruolo sociale che ha il gioco nella storia, analizzandone poi gli elementi costitutivi, i rapporti con le scienze e i contesti culturali di riferimento. La mostra è supportata da reperti storici e contenuti digitali e si inserisce in una serie di incontri tematici e laboratori che seguiranno lo stesso filone narrativo dell'esposizione.
La mostra sulle pandemie promossa da RnB4Culture è una mostra interamente dedicata alle diverse epidemie e pandemie che si sono susseguite nel corso della storia. La mostra si inserisce nel contesto storico segnato dalle restrizioni relative alla Covid-19 ed è un’analisi storica delle guerre che l’umanità e la medicina hanno dovuto, in diverse epoche, compiere contro la diffusione di pestilenze e virus, con tecnologie e mezzi differenti che hanno dato slancio all’innovazione tecnologica e alla ricerca.
Image

Rete Musei Civici Cremona

Il Sistema Museale della Città di Cremona Museo comprende nella lista dei musei civici il Museo di Storia Naturale e il Museo della Società Contadina, due realtà storiche che fondano la propria identità su tematiche molto attuali: il rispetto per il nostro ecosistema e per le biodiversità, e il rapporto diretto con la comunità locale.

RnB4Culture è portavoce di questi valori per missione, motivo per cui ha intrapreso con queste istituzioni un dialogo fattivo, al fine di definire una strategia innovativa di promozione museale. Anche in questo caso, RnB ha messo a disposizione le proprie risorse interne (servizi e prodotti) per avviare una fase di progettazione culturale il cui focus è rivitalizzare due luoghi della cultura ricchi di testimonianze dell’uomo, che hanno molto da dire.
Image

Cultural Innovation Center Dolo

A Dolo abbiamo sperimentato un modello di gestione nuovo e completo. Il progetto prevede il recupero e il restauro della Villa ottocentesca che ospita il centro di innovazione culturale. Un bene storico artistico chiuso da più di dieci anni e oggi restituito alla comunità.

CiC è un community hub e una factory culturale, uno spazio ibrido e flessibile che pone al centro le persone e le relazioni. Comprende un percorso storico multimediale che racconta la Riviera del Brenta nell’800, un dipartimento educational pensato per tutte le fasce di età e che include una sezione children multimediale. Attenzione è stata data al mondo del lavoro, in particolare alle start up e ai liberi professionisti che trovano nel business center un luogo in cui lavorare e uno spazio in cui condividere e sviluppare idee. Al piano terra è presente un Bistrot dove concedersi una pausa, comunicare e fare rete.
Image

Università degli Studi di Milano

Rnb4culture è risultata vincitrice del Progetto Emma-Herbarium, in partnership con Erbario, Orto Botanico Città Studi, Orto Botanico di Brera - Università degli Studi di Milano, nell’ambito di InnovaMusei, iniziativa finalizzata a contribuire alla crescita e all’innovazione del settore culturale per gli istituti museali riconosciuti da Regione Lombardia e sostenuta da Regione Lombardia, Unioncamere Lombardia e Fondazione Cariplo, in collaborazione con Cariplo Factory.

Il Progetto consiste in un sistema di azioni utili a potenziare la valorizzazione del patrimonio storico-scientifico dei due orti milanesi della Statale già in atto da qualche anno e comprende lo sviluppo di un’App e la realizzazione di immagini e video di varie tipologie (riprese aeree con drone, time-lapse, video promozionali e documentari brevi) per arricchire l’archivio dei due musei e l’interazione con i visitatori. I beni storico-scientifici (erbario, tavole parietali, xiloteche), il patrimonio vivente e di know-how dei due orti botanici è così al centro di un complesso di interventi che ne favorisce la conoscenza e la fruizione pubblica, mettendo in luce la peculiare struttura dei due orti, uno contemporaneo e uno storico.

Visita il sito

Image